INFERNO EXHIBITION Berlin Italienisches Kulturinstitut


L’istituto italiano di cultura di Berlino ospiterà – in occasione del ciclo “Dantes Spuren / Tracce dantesche”  – una mostra sulla ricezione di Dante nell’illustrazione, nella graphic novel e nei nuovi media di tre tra i più significativi illustratori contemporanei.
Lorenzo Mattotti attualmente vive e lavora a Parigi. Nasce a Brescia nel 1954 e – terminati gli studi di architettura a Venezia – decide di dedicarsi al fumetto, diventando uno dei maggiori autori mondiali del genere. Nel 1984 realizza ‘Fuochi’ che, accolto come un evento, vince importanti premi internazionali.
Con Incidenti, Signor Spartaco, La zona fatua, Stigmate e molti altri fino al Rumore della brina, il suo lavoro si evolve secondo una linea di grande coerenza, ma nel segno eclettico di chi sceglie sempre di provarsi nel nuovo. Oggi i suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Pubblica sui più importanti quotidiani e riviste internazionali. Per l’infanzia ha illustrato vari libri, tra cui Pinocchio e Eugenio, vincitore del Grand Prix di Bratislava 1993. In America ha ricevuto, insieme a J. Kramsky, il prestigioso premio Will Eisner 2003 per Dr.Jekyll & Mr. Hyde.
Con Nuages ha pubblicato: Il Padiglione sulle dune, Mattotti pour Le Monde, Linea fragile, La Divina Commedia-Inferno, I Manifesti di Mattotti, Nell’acqua, Carnaval, Nelle Profondità, Altrove.Numerose le sue esposizioni personali, tra le quali l’antologica al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al Frans Hals Museum di Haarlem, ai Musei di Porta Romana e I Manifesti di Mattotti a Santa Maria della Scala a Siena. Realizza manifesti, copertine, campagne pubblicitarie. Suoi sono i manifesti di Cannes 2000 e quelli per l’Estate Romana. Ha collaborato a Eros di Wong Kar-way, Soderbergh e Antonioni, di cui ha curato i segmenti di presentazione di ogni episodio. Ha recentemente realizzato uno dei sei episodi del lungometraggio Peur(s) du noir. Nel 2008 sono stati pubblicati tre suoi nuovi volumi con il Consorzio Venezia Nuova: Scavando nell’acqua, con Tricromia, Appunti sul paesaggio e Le avventure di Pinocchio, per la collana I millenni di Einaudi.
Le opere in mostra sono tratte dall’inferno dantesco illustrato, edito nel 1999 dalla casa editrice Nuages.
Emiliano Ponzi vive a Milano. Caratteristiche delle sue illustrazioni sono rappresentazioni fortemente strutturate, ripetizioni, linee di fuga e composizioni Le sue illustrazioni sono apparse internazionalmente sulle più importanti riviste; ponzi è stato inoltre insignito del premio ” Young Guns Award”, 3 medaglie d’oro presso laSociety of Illustrators di New York e del Gold Cube all’Art Directors Club di New York
Le opere in mostra sono tratte dal libro illustrato “l’inferno” di Corraini  editore per la collana “Un Sedicesimo” n. 28, dunque l’inferno visto da Emiliano Ponzi: nove Cerchi illustrati dal suo segno inconfondibile  tracciano un ritratto contemporaneo dell’Ade dove i golosi sono intrappolati in un grande ghiacciolo, gli avari indossano un completo con giacca e camicia e i traditori portano a termine trattative seduti nelle loro automobili.
Michael Meier ha studiato illustrazione, graphic design  nuovi media presso la Kunsthochschule di Kassel. Insieme a Lisa Röper e Rita Förstenau e’ membro fondatore della casa editrice indipendente Rotopolpress. Tra i suoi clienti figurano attualmente la Image Comics, il Frankfurter Rundschau, Le Monde Diplomatique, Loox, GQ-Germany e Men’s Health.
Le opere in mostra sono tratte dal libro illustrato “Das Inferno” edito dalla casa editrice Rotopolpress nel 2013.

La Repubblica newspaper link 
Domus magazine link
photos curtesy of DarioJ Laganà | www.norte.it